anche su facebook!

Maiali da Corsa

La Storia della Mini (1959 - 2000)

La Mini di Sir Alec Issigonis é stata lanciata il 26 agosto 1959, cambiando il volto dell'industria automobilistica per sempre. La migliore utilitaria al mondo rimase in produzione, sostanzialmente invariata, fino al 2000.

E' stata un'ottima city-car durante la crisi petrolifera, un'icona della moda negli anni Sessanta, una leggenda sui campi di gara di tutto il mondo, dopo aver vinto i campionati turismo britannici ed europei, il celebre Rally di Monte Carlo tre volte, per poi ritornare ad essere un'apprezzata utilitaria negli anni '80 prima di terminare la sua carriera come icona "retrò" dagli anni '90 fino ai giorni nostri, con un enorme seguito di persone di tutte le età.

Alec Issigonis e il progetto ADO 15

sir-alec-issigonis-creator-of-the-mini-in-1959-photo-323617-s-1280x782

Creatore della Mini, il grande e compianto Sir Alec Issigonis, era un genio. La Mini fu un progetto interamente suo e non il frutto del lavoro di un intero team come quasi sempre avviene al giorno d'oggi.

Lmini_sketches_by_alec_issigonis1a missione assegnata a Issigonis fu quello di creare un prodotto in grado di combattere le crescenti importazioni di autovetture di classe economica da Germania e Italia. Fu quindi incaricato, per riconquistare quote di mercato per la BMC, della progettazione di un veicolo che rispondesse alle seguenti linee guida: basso consumo di carburante, poco costoso, quattro posti comodi e con un comportamento su strada sicuro.

Issigonis è noto per aver abbozzato alcune delle idee di ispirazione per il progetto top-secret - inizialmente chiamata Austin design Office Project 15 (ADO 15) - su una tovaglietta. Il progetto sviluppato fu rivoluzionario e diede vita alla produzione della vettura più venduta in Europa - la Mini.

Aveva una meravigliosa capacità di visualizzare la vettura finita durante le sue fasi di progettazione. Ci sono molti esempi di questa sua abilità, come ad esempio il caso in cui un ingegnere gli chiese che dimensioni avesse pensato per le ruote. Issigonis tfece un gesto e disse: "grandi così" L'ingegnere misurò la distanza tra le mani - 10 pollici - e quelle furono poi le esatte dimensioni delle ruote che montarono le mini per decenni.

Nata per necessità durante la crisi di Suez, aveva un design rivoluzionario per il tempo - con trazione anteriore, gli ingranaggi del cambio montati nella coppa del motore e un motore trasversale. L'intero motore e il cambio erano contenuti in controtelai e montati in maniera solidale sotto al cofano piccola della Mini.

In poco più di 3,5 metri di lunghezza sembrava incredibile che si potessero ospitare 4 persone e (alcuni) dei loro bagagli.

 

 continua...